Formule per il calcolo della rata costante posticipata in regime composto e in regime semplice degli interessi con l’uso del foglio elettronico

Leggi l'articolo e scarica liberamente il contributo.

di Graziano Aretusi

Abstract

Quando si studia un prestito graduale, gli elementi che devono essere noti per definire l’operazione di scambio sono: la durata, la frequenza del rimborso (mensile, trimestrale, …), la tipologia di ammortamento (a rata costante, a quote capitale costanti, …), il regime di interessi (semplice o composto) e l’epoca di impostazione rispetto alla quale imporre l’equilibrio finanziario (solitamente l’epoca iniziale o quella finale).

Tra le varie tipologie di prestiti graduali, la più diffusa è quella a rata costante posticipata (c.d. “alla francese”), con l’utilizzo di una convenzione temporale in cui un anno è composto da 360 giorni e un mese da 30 giorni (c.d. “30/360”).

Dato l’ampio utilizzo di tali operazioni, può essere utile poter calcolare, in maniera diretta, l’importo della rata a partire dalle informazioni a disposizione nel contratto quali: l’importo del capitale finanziato, il tasso di interesse e la frequenza dei rimborsi. In questo lavoro, per detta tipologia di prestiti graduali, si presenteranno le formule che consentono di calcolare (direttamente) l’importo della rata costante posticipata, sia in regime composto che in regime semplice degli interessi.

Si mostrerà, inoltre, come tali formule possono essere applicate con l’utilizzo dei comuni fogli elettronici.

Ultimi articoli

Matematica finanziaria e Econometria 15 Aprile 2021

Software. Francese

L'applicativo Francese, sviluppato in collaborazione con il Data Mining Lab - DMLab, è dedicato ai prestiti graduali a rata costante posticipata e consente di elaborare i piani di ammortamento e calcolare i tassi applicati all'operazione sia in regime composto che in regime semplice degli interessi.

torna all'inizio del contenuto