Qual è il codice di calcolo utilizzato da Bankitalia per le rate di un mutuo?

Come viene calcolata la rata di un mutuo? Qual è il suo meccanismo di calcolo? Vediamo come Banca d’Italia effettua i calcoli negli strumenti online che mette a disposizione sul portale istituzionale dedicato all’educazione finanziaria di base.

di Graziano Aretusi

Tra le applicazioni che Banca d’Italia mette a disposizione, vi sono alcuni calcolatori online, tra cui anche il “Calcolatore della rata del mutuo”.

https://economiapertutti.bancaditalia.it/calcolatori/calcolatore-della-rata-del-mutuo/

Nella descrizione Bankitalia scrive:

“I nostri calcolatori consentono di simulare, dato l’importo di cui hai bisogno, la rata che potresti pagare per diverse possibili scadenze o anche, data la rata che pensi di poter sostenere, l’importo del capitale che potresti chiedere in prestito. La rata è composta da due elementi: quota capitale, cioè l’importo del finanziamento restituito; quota interessi, cioè l’interesse maturato. Esistono diversi meccanismi di restituzione del finanziamento. In Italia, il piano di ammortamento più diffuso è il metodo cosiddetto “francese”: la rata di importo fisso è composta da una quota capitale crescente e da una quota interessi decrescente.”

1 April 2020

Basta inserire l’importo del mutuo, il tasso di interesse annuale, la durata in anni e la frequenza dei pagamenti e premere il pulsante “CALCOLA”.

Nella descrizione di Bankitalia, però, non è specificato se la rata è calcolata in regime semplice o in regime composto degli interessi.

Allora come si può verificare se la banca d’Italia ha calcolato la rata in regime semplice o in regime composto?

Per saperlo, continua a leggere liberamente qui di seguito effettuando l’accesso al portale Openstat.it

Accedi liberamente ai contenuti effettuando il login!
Il materiale è disponibile liberamente agli utenti registrati esclusivamente per uso personale, per fini di studio e ricerca. Non è consentita la diffusione dei contenuti se non espressamente autorizzati.

  

Ultimi articoli

Matematica finanziaria e Econometria 8 Gennaio 2024

TAEG, interesse semplice, interesse composto e anatocismo: i documenti inediti della Commissione europea

Grazie ad un intenso lavoro di approfondimento e ricerca siamo entrati in possesso degli studi preliminari della Commissione che hanno indotto il Parlamento europeo ad adottare una formula di calcolo del TAEG in regime composto degli interessi – I documenti sono ora disponibili in consultazione sulla piattaforma OpenStat – Leggi l’articolo e scarica liberamente il contributo di Graziano ARETUSI e Antonio TANZA (Presidente Adusbef).

Matematica finanziaria e Econometria 17 Ottobre 2023

Amortization plans in simple, compound and hybrid framework: a unifying approach

Nell’articolo pubblicato sulla rivista Decisions in Economics and Finance, pubblicazione ufficiale dell’Associazione per la Matematica Applicata alle Scienze Economiche e Sociali (AMASES) gli Autori, Pressacco e Ziani, confermano la correttezza del modello proposto da Mari e Aretusi nel 2018 e 2019 per l’ammortamento dei prestiti in regime composto e in regime semplice.

Matematica finanziaria e Econometria 1 Settembre 2023

Trasparenza e opacità nella formula di calcolo del TAEG alla luce della sentenza Lexitor.

Pubblicato in Rivista di Diritto del Risparmio, fascicolo 3/2023, ISSN 2785-3004 – Leggi l’articolo e scarica liberamente il contributo.

Matematica finanziaria e Econometria 7 Agosto 2023

La valutazione e l’ammortamento dei prestiti: una trattazione unitaria (anche nel regime semplice) (di C. Mari, G. Aretusi)

Rivista “Il Risparmio” – Fascicolo 2/2023 (print ISSN 0053-5615 online ISSN 1971-9515).

torna all'inizio del contenuto