Sondaggi demoscopici e manifestazioni di opinione

Qual è la differenza tra sondaggio e manifestazione di opinione? Esistono regole da seguire quando si conduce un sondaggio? Esiste un’autorità competente in tema di sondaggi? Spieghiamolo.

L’articolo 1 della legge 249/97, attribuisce all’AGCOM competenze in materia di pubblicazione e diffusione dei sondaggi sui mezzi di comunicazione di massa. Il nuovo Regolamento, approvato dall’AGCOM con delibera 256/10/CSP è finalizzato a garantire all’utente/cittadino la correttezza dell’informazione. Ecco di seguito alcuni aspetti del regolamento.

Distinzione tra sondaggi e manifestazioni di opinione

I sondaggi sono basati su metodi di rilevazione scientifica applicati ad un campione. Qualsiasi altra indagine priva di valore scientifico è una manifestazione di opinione fondata sulla partecipazione spontanea degli utenti. Le manifestazioni di opinioni, pertanto, non potranno essere pubblicate o diffuse con la denominazione di “sondaggio”.

Sondaggi politici ed elettorali

Nel caso di sondaggi politici ed elettorali, è vietata la pubblicazione o diffusione dei risultati nei quindici giorni precedenti le consultazioni e fino alla chiusura delle operazioni di voto. È fatto salvo il caso in cui un esponente politico riporti dichiarazioni concernenti i risultati di un sondaggio, purché questi ultimi siano stati già resi noti nel periodo antecedente a quello del divieto.

Nota informativa

In caso di pubblicazione o diffusione di un sondaggio, è obbligatorio accompagnare il sondaggio alla “nota informativa”. Questa, indica alcune informazioni essenziali (soggetto realizzatore, committente, consistenza numerica, estensione territoriale del campione, numero dei non rispondenti). I mezzi di comunicazione che diffondono i risultati dei sondaggi, sono tenuti alla pubblicazione della nota informativa. Invece, i mezzi che riportano la mera notizia di un sondaggio già diffuso, devono fornire solo gli elementi essenziali idonei a consentire l’individuazione del sondaggio medesimo (soggetto realizzatore, oggetto del sondaggio, sito internet di pubblicazione).

Obbligo di pubblicazione e redazione del “documento”

Il soggetto che realizza un sondaggio da pubblicare, ha l’obbligo di rendere disponibile il “documento” completo sul sito internet dell’AGCOM (per i sondaggi di opinione) e sul sito internet della Presidenza del Consiglio del Ministri – Dipartimento per l’editoria e l’informazione (per i sondaggi politici ed elettorali). Inoltre, il “documento” deve recare informazioni fondamentali sulla metodologia di realizzazione del sondaggio, quali il metodo di campionamento, la rappresentatività del campione ed il margine di errore, il metodo di raccolta delle risposte, il testo integrale delle domande e delle risposte. È posto in capo al mezzo di comunicazione di massa che diffonde il sondaggio, l’obbligo di comunicarne la pubblicazione al soggetto realizzatore.

Ultimi articoli

Matematica finanziaria e Econometria 26 Marzo 2024

Autovalutazione ammortamento Francese

Abbiamo sviluppato uno strumento semplice per l’autovalutazione del proprio prestito a rata costante.

Matematica finanziaria e Econometria 20 Marzo 2024

Il problema dell’anatocismo nei mutui: lettera aperta al Presidente di AMASES e al Direttore della rivista ufficiale di AMASES

Pubblichiamo la lettera aperta inviata all’AMASES sul dibattito in atto in tema di ammortamenti dei prestiti e anatocismo.

Matematica finanziaria e Econometria 8 Gennaio 2024

TAEG, interesse semplice, interesse composto e anatocismo: i documenti inediti della Commissione europea

Grazie ad un intenso lavoro di approfondimento e ricerca siamo entrati in possesso degli studi preliminari della Commissione che hanno indotto il Parlamento europeo ad adottare una formula di calcolo del TAEG in regime composto degli interessi – I documenti sono ora disponibili in consultazione sulla piattaforma OpenStat – Leggi l’articolo e scarica liberamente il contributo di Graziano ARETUSI e Antonio TANZA (Presidente Adusbef).

Matematica finanziaria e Econometria 17 Ottobre 2023

Amortization plans in simple, compound and hybrid framework: a unifying approach

Nell’articolo pubblicato sulla rivista Decisions in Economics and Finance, pubblicazione ufficiale dell’Associazione per la Matematica Applicata alle Scienze Economiche e Sociali (AMASES) gli Autori, Pressacco e Ziani, confermano la correttezza del modello proposto da Mari e Aretusi nel 2018 e 2019 per l’ammortamento dei prestiti in regime composto e in regime semplice.

torna all'inizio del contenuto